PASQUALE CALEMME

Soci / settembre 14, 2015

PASQUALE CALEMME

Nato a Napoli 50 anni fa, ha vissuto nella periferia nord-est, nella zona detta Purgatorio, confine dei quartieri Poggioreale, San Pietro a Patierno e Ponticelli con Arpino, frazione di Casoria. Lungo la Via Stadera, dove a causa del terremoto del 1980 un grosso palazzo, detto “grattacielo”, crollò su se stesso e sopra 54 persone, si è formato attraverso gli studi classici e il volontariato nei gruppi giovanili della comunità parrocchiale.

Ha studiato Teologia e ha svolto per 11 anni il ministero pastorale, prima nella propria comunità e poi nelle parrocchie del rione Sanità. Per la Caritas di Napoli si è occupato della selezione, formazione e organizzazione del Servizio Civile dei giovani Obiettori di Coscienza al servizio militare. Durante alcuni anni sabbatici ha completato i propri studi con un master in ambito sorico-religioso su “Ebraismo, Cristianesimo e Islam” e approfondendo tematiche inerenti la storia della medicina e le questioni bioetiche e deontologiche. Dal 2003, prima come collaboratore e poi come socio, lavora presso la Cooperativa Sociale Il Millepiedi, occupandosi di Formazione Professionale, Servizio Civile, Progettazione e dal 2007 della Casa Alloggio “Masseria Raucci” per persone affette da HIV/AIDS.

Dal 2007 consigliere nazionale e presidente della Federazione Regionale Campana del CNCA – coordinamento nazionale delle comunità di accoglienza – il più grande e storico gruppo di realtà del lavoro e dell’impegno sociale in Italia. Dal 2008 è anche presidente della propria Cooperativa, Il Millepiedi, occupandosi in particolare dello sviluppo delle reti territoriali.

Tornato per il lavoro nella propria zona d’origine, abita però con la propria famiglia nella zona di Materdei, a ridosso del rione Sanità, dove in questi anni ha seguito e accompagnato la crescita dei giovani del territorio nella costruzione di percorsi di promozione territoriale nel campo socio-educativo e culturale attraverso la cooperazione. Questo processo, che ha visto la collaborazione di molte realtà e persone sotto la spinta appassionata di don Antonio Loffredo, è sfociato nella costituzione della Fondazione di Comunità Locale “San Gennaro”, di cui è presidente.

 

Napoli Est